Categoria: consapevolezza

mag 31 2010

Giochi di mano(vra), giochi da villano

Qualche micro osservazione sparsa a margine dei noti fatti:

1. Tremonti propone il taglio di tanti enti inutili: molti della ricerca.

2. Non è chiaro chi sia inutile e chi no, chi sia nella lista e chi no.

3. Poi la lista emerge.

4. Poi Facebook fa da cassa di risonanza per Ogs, Inaf, Indam.

5. Poi Napolitano stralcia, stralcia? stralcia? boh, sembra di sì.

Temo che lo stralcio sia una buona notizia a metà. Mi spiego.

Sono convinto che non sia importante tanto la chiusura in sé quanto il discredito, la “fama” dell’inutilità, la convinzione diffusa che chi difende il proprio ente lo fa per difendere la propria posizioncina, la certezza che tutto ciò che è cultura è parassitario.

Sono convinto che, per sopire le coscienze e per ammutolire le voci pensanti, un  po’ di sano ricatto (ti-chiudo e non-ti-chiudo) sia una buona tecnica.

Insomma, non credo che abbiano mai pensato di “risparmiare” tagliando quanto piuttosto di normalizzare chi è e cerca di essere indipendente e pensante.

E gli italiani tacciono.